statistiche web
Crea sito

Sfincia

Questa ricetta è stata letta da 2479 persone

Sfince - La cucina di nonna Rita

Sfince

Sfincia è un dolce tipico palermitano preparato nel periodo natalizio, con ingredienti semplici; acqua e farina e condito con zucchero, miele e cannella. Immancabile anche per l’ultimo giorno di festa l’Epifania che tutte le feste si porta via.

L’Associazione A.T.M.A., tra le varie iniziative culturali  che porta avanti, ha promosso anche la valorizzazione della sfincia.

La sfincia è un preparato semplice, infatti viene preparata con ingredienti poveri e facilmente reperibili quale acqua e farina, in un secondo tempo vennero introdotti miele e poi zucchero ed infine gli aromi come la cannella. Oggi la sfincia viene preparata con impasto di latte, acqua e farina, dolcificata dopo la frittura con zucchero e cannella, proprio per il giorno dell’Epifania
Si svolge pure una sagra della Sfincia. L’impasto è composto da latte, zucchero, cannella e zafferano, viene lavorato velocemente in tegame per evitare che si attacchi alla pentola e poi riversato in uno “scannaturi” ovvero una tavola di legno, a questo punto vi si aggiungono le uova e viene lavorato a mano per formare delle piccole sfince a forma di fiocco

Vediamo insieme la ricetta della sfincia che, anche quest’anno, non è mancata nel giorno dell’Epifania per tutti i miei cari.
Sfincie
Portata: Dolci e dessert
Difficoltà: Moderata
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 325 gr farina di semola, MULINO CHIAVAZZA
  • 750 gr acqua
  • qualche cucchiaio miele
  • 75 gr zucchero semolato
  • 50 gr burro
  • 1 limone, useremo solo la buccia
  • cannella, q.b
Preparazione
  1. In un tegame unite 750 gr di acqua, 75 gr di zucchero, 50 gr di burro a pezzi e la buccia di un limone. Portate a bollore e rimuovete la buccia di limone. Unite 325 gr di farina di grano duro e mescolate velocemente, si formerà una massa unica (simile a quella della pasta choux). Adagiare la pasta su una spianatoia di legno o di marmo allargandola bene per farla intiepidire.
  2. Lavorare la pasta ancora tiepida maneggiandola un paio di minuti per compattarla bene. Ricavare dei pezzetti, lavorare velocemente ognuno e allungarlo in modo da formare un cordoncino dello spessore di 1 cm e lungo 13-14 cm. Formare quindi una piccola "e" sovrapponendo la pasta e schiacciando leggermente al centro.
  3. Portare a circa 175° C la temperatura dell'olio in una padella dai bordi alti o in una friggitrice e friggere, poco per volta, le sfince. Scolarle su carta assorbente facendo perdere loro l'olio in eccesso e tenere al caldo.
  4. Sciogliere a bagnomaria un pò di miele, far colare il miele sulle sfince ed unire una generosa spolverata di cannella. Si possono conservare solo per alcuni giorni.
Con questa ricetta partecipo all’iniziativa ricette regionali di dolci legate alla festività dell’Epifania indetto dalla Molino Chiavazza
logo_befana

Questa ricetta è stata letta da 2479 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta: