statistiche web
Crea sito

Popovers: quasi un bignè

Questa ricetta è stata letta da 272 persone

Popovers - La cucina di nonna Rita

I popovers possiamo paragonarli a dei leggeri bignè formati da una pastella sottile, che si alza per formare un guscio vuoto quando viene cotto.

Vi confesso che non ho mai visto un popover autentico nel suo habitat naturale, ne ho tanto sentito parlare e ho visto tante immagini su internet. Mi ha tanto incuriosita ed ho voluto provare a farli in casa. Non so se siano proprio i veri popovers ma devo dire che mi hanno soddisfatto e sopratutto è sorprendente vederli crescere dentro il forno.

I popovers sono di origine americana, sono facili da fare ma per la riuscita è importante rispettare alcune regole. Prima di tutto la temperatura del forno che deve essere molto alta e poi, come per il soufflé, non si deve mai aprire lo sportello del forno durante la cottura e, per la stessa ragione, è bene farli cuocere per il tempo indicato. Seconda cosa da rispettare: la pastella deve essere lavorata veramente molto poco senza preoccuparsi dei grumi e gli ingredienti devono essere rigorosamente a temperatura ambiente.

I popovers si possono gustare a colazione aperti di fianco e farciti con un ricciolo di burro e un cucchiaino di marmellata. Oppure nella versione salata unendo alla pastella un trito finissimo di erbe aromatiche (prezzemolo, salvia, rosmarino, maggiorana) o 2 cucchiai di Parmigiano grattugiato e gustarli con salumi e formaggi. Vi consiglio di gustarli caldi appena usciti dal forno, perchè raffreddandosi perdono un po’ ma non poi molto.

Per cuocere i popovers sarebbe necessaria una apposita teglia che è formata da una griglia che regge dei bicchieri abbastanza alti e distanziati tra loro (la puoi acquistare su Amazon), ma molti li hanno preparati anche con la teglia da muffin. Usando quest’ultima non cresceranno molto ma saranno ugualmente buoni e caratteristici. Io ho utilizzato gli stampi per i babà che, per forma, ricordano molto quelli della teglia apposita per i popovers.

Allora che ne dite di andare in cucina a provare la ricetta per i popovers?

Popovers: quasi un bignè
Ricetta inserita da:
Portata: Dolci e dessert - Piatti unici
Difficoltà: Facile
Porzioni: 6 popovers
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 15 gr di burro fuso fatto raffreddare
  • 2 uova grandi
  • 250 gr di latte intero
  • ½ cucchiaino di sale
  • 125 gr di farina 0
  • Burro quanto basta per ungere la teglia
Preparazione
  1. Importante:
    per realizzare i popovers perfetti le uova e il latte devono essere a temperatura ambiente o caldi prima di miscelarli insieme.
    Se il latte è freddo di frigo basterà intiepidirlo al microonde o sul fornello. Lo stesso per le uova basterà immergerle per qualche minuto in acqua calda.

  2. Per prima cosa accendiamo il forno regolando il termostato a 220°C e sistemiamo la griglia nella posizione intermedia.
    Ungiamo la teglia per i popovers, o quella dei muffin o gli stampi per i babà o dei semplici pirottini di alluminio usa e getta, con il burro (siate generosi nell'ungere) e mettiamola nel forno a scaldare.

  3. In una terrina versiamo la farina setacciata e ½ cucchiaino di sale.
    Rompiamo le uova in una scodella e battiamole con il latte (ricorda: latte e uova a temperatura ambiente!) poi versiamo il miscuglio sulla farina.

  4. Una volta che il forno ha la temperatura corretta e la teglia vuota del popovers sono calde togliamola dal forno e versiamo rapidamente la pastella nello stampo e riempiamo fino all'orlo. Per farlo al meglio sarà utile versare la pastella in un contenitore con il beccuccio.
    Rimettiamo la teglia nel forno e lasciamo cuocere per 20 minuti senza mai aprire lo sportello del forno. dopo i primi 20 minuti abbassiamo la temperatura a 200°C e facciamo cuocere per altri 15 - 20 minuti.

  5. Togliamo la teglia dal forno e sformare immediatamente i popovers.

    Praticare un foro con un coltello affilato, questo permetterà al vapore di fuoriuscire in modo che possano mantenere la loro freschezza un po 'più a lungo.

  6. Servire caldi con burro e marmellata o con arrosto o salumi e formaggi per la versione salata.


 

Questa ricetta è stata letta da 272 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

Ti potrebbe interessare anche...