contatore accessi free
Crea sito

Pasta con la zucchina pergola: ovvero zucchina siciliana

Questa ricetta è stata letta da 16371 persone

Minestra con la zucchina òunga - La cucina di nonna Rita


La pasta con la zucchina siciliana o zucchina pergola, è una minestra estiva che noi, a Palermo, amiamo particolarmente. La zucchina pergola è il frutto della pianta dei tenerumi, con la quale si preparano delle ottime zuppe con o senza pasta in un delizioso primo piatto tradizionale della cucina siciliana, cilentana e napoletana. Le foglie hanno una caratteristica consistenza vellutata. Le cime con le foglie più tenere sono note a tutti come tenerumiZucchina pergola o zucchina lunga - La cucina di nonna Rita

Voi direte, ma questo piatto è un piatto invernale, ed avete ragione, le minestre di solito si mangiano d’inverno per scaldarsi dalle temperature fredde, anche se, in Sicilia, non fa mai tanto freddo, se non eccezionalmente. Però, sia la pasta con la zucchina pergola che con i tenerumi, si preparano solo in estate perché entrambe si raccolgono solo nel periodo estivo e non si conservano a lungo (almeno i tenerumi, la zucchina la possiamo congelare per averla tutto l’anno).

La zucchina pergola viene chiama, in Sicilia, lunga perché può raggiunge la lunghezza anche di un metro; ha un bel colore verde chiaro e si presta a diverse preparazioni. Un ortaggio molto dissetante, è costituito in prevalenza di acqua, e d’estate si sa che frutta e verdura vanno consumate in abbondanza. Inoltre è anche molto rinfrescante per l’organismo, insieme ai tenerumi. 

La pasta con la zucchina lunga può essere preparata, a secondo dei gusti personali, con il brodo di cottura più o meno ristretto. Si può prima preparare la minestra e poi cuocervi la pasta, preferibilmente di piccolo formato, oppure cuocere la pasta a parte, scolarla e poi unirla alla minestra per farla insaporire. La minestra la si può gustare tiepida oppure fredda.

A Palermo la pasta con la zucchina spesso viene preparata aggiungendo anche delle patate, come pure le foglie della pianta da cui nascono: i tenerumi. La si arricchisce di sapori con l’aggiunta di pezzetti di formaggio, di solito caciocavallo, ma anche grana, parmigiano o pecorino.

Questa minestra può diventare anche un ottima zuppa estiva: basterà non mettere la pasta, per gustare solo gli ortaggi e la verdura. Insomma un piatto che vale la pena di gustare: semplice, veloce ma buonissimo!

Vediamo insieme la ricetta…

5.0 from 1 reviews
Pasta con la zucchina siciliana
Ricetta inserita da:
Portata: Primi piatti
Difficoltà: Facile
Porzioni: 4
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 1 zucchina pergola (zucchina lunga siciliana)
  • 1 cipolla
  • Qualche pomodoro pelato
  • 2 patate
  • Brodo vegetale
  • 80 g di caciocavallo o parmigiano o grana o di pecorino da tagliare a cubetti
  • Qualche foglia di basilico
  • Olio extravergine d’oliva q.b
  • sale e pepe q.b
Preparazione
  1. Tagliamo a pezzi la zucchina e peliamola con un pelapatate (anticamente si raschiava con un coltello). Se all’interno della zucchina ci dovessero essere dei semi grossi togliamoli, tagliamola a cubetti. Sbucciamo le patate e tagliamole a cubetti (possiamo anche non mettere la patata la minestra non ne risentirà) e la stessa cosa facciamo con i pomodori freschi pelati.

  2. In una pentola e soffriggiamo per qualche minuto la cipolla affettata molto finemente con poco olio, aggiungiamo il pomodoro pelato tagliato a cubetti e lasciamo insaporire velocemente, poi uniamo le patate (se abbiamo deciso di usarle), la zucchina. Mescoliamo bene. Versiamo il brodo vegetale necessario per coprire gli ingredienti.

  3. A cottura quasi ultimata unire la pasta, che possiamo far cuocere in abbondante acqua salata oppure possiamo cuocerla direttamente nel condimento: se optiamo per questa soluzione dobbiamo avere abbondante brodo vegetale per la cottura della pasta.

  4. Quando tutto è pronto facciamo riposare per qualche minuto e serviamo la minestra aggiungendo del formaggio tagliato a cubetti (possiamo mettere caciocavallo, parmigiano, grana o pecorino di caciocavallo) col calore si fonderanno e diverranno filanti.

  5. Infine condiamo un filo d’olio evo a crudo e qualche foglia di basilico spezzettato con le mani.


 

Questa ricetta è stata letta da 16371 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

3 Responses

  1. Mattia ha detto:

    Grazie molte il mio Instagram è : @mattia_the_chef appena posterò la foto vi citerò e mi iscriverò alla pagina. A presto

  2. Mattia ha detto:

    Fantastica ricetta vorrei postare la foto sul mio Instagram (ovviamente fatta da me) vi chiedo il permesso di citarvi per far conoscere di più questa ricetta.
    Aspetto una risposta 🙂

    • Nonna Rita ha detto:

      Benvenuto Mattia. Lieta che ti piaccia questa ricetta. Puoi tranquillamente condividere su Instagram e citare il mio sito. Grazie per il tuoo interesse. Sono anche io su Instagram ti seguirò con piacere. A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Vota la ricetta: