statistiche web
Crea sito

Marmellata fatta in casa

Questa ricetta è stata letta da 641 persone

Marmellata - La cucina di nonna Rita

Marmellata

La marmellata fatta in casa ha tutto un altro sapore. E poi non è una ricetta da ansia da prestazione, difficilmente avrà un cattivo sapore: gli ingredienti sono due: frutta e zucchero e l’unico inconveniente che può capitare è che si bruci, ma è una cosa che possiamo controllare facilmente.

Serve tanto tempo, almeno due ore e mezza Se ne vogliamo fare una grande quantità conviene organizzarsi, o per farne di tipi diversi.

Si pulisce la frutta e si taglia a tocchetti – se la frutta è bio si può lasciare la buccia – poi si mette nella pentola a fuoco medio e si mescola per fare in modo che si ammorbidisca e inizi a disfarsi. Per questo è importante che la frutta sia matura. Dopo una mezz’oretta, si aggiunge lo zucchero ed eventualmente le spezie (io l’adoro con l’aggiunta di cannella, zenzero, ecc. specie nella marmellata all’arancia) e gli altri ingredienti (per esempio la buccia di un limone, per conferire una punta di acidità e schiarirne il colore). Da quel momento inizierà a caramellare, quindi deve bollire almeno un ora e mezza, girando in continuazione.

Come capire che è pronta? Basta fare la prova del piattino: prendetene un cucchiaino e mettetelo su di un piattino inclinato, se la marmellata vi resta adesa, sarà  pronta. Ma vediamo insieme la ricetta

Marmellata
Portata: Dolci e dessert
Difficoltà: Moderata
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 1 Kg frutta, quella che preferite e secondo la stagione
  • 1 Kg zucchero semolato
  • 1 limone
  • Se le gradite potete aggiungere anche
  • Spezie: cannella, zenzero, noce moscata
Preparazione
  1. Lavare la frutta scelta, sbucciarla, se non è biologica, tagliarla a pezzi, unire il succo di limone e metterla a cuocere in una pentola capiente (preferibilmente di rame o alluminio) a fuoco medio, avendo cura di mescolare con attenzione. Se volete aggiungete la spezia con cui volete aromatizzare la marmellata.
  2. Dopo circa mezzora, togliere la pentola dal fuoco e passare al passaverdura per eliminare i semini. Portate a ebollizione a fiamma molto bassa per evitare che la frutta si bruci.
  3. Ogni tanto mescolare con il cucchiaio di legno e poi coprire la pentola con il coperchio per evitare che gli schizzi.
  4. Lasciate in cottura dai 30 minuti all’ora continuando a mescolare.
  5. Se vi piace una marmellata più densa e compatta, lasciare cuocere più a lungo. In caso contrario, togliete prima dal fuoco
  6. Tenete comunque in considerazione che, quando sarà fredda, la marmellata sarà più solida rispetto alla cottura.
  7. Nel frattempo, preparare i vasetti di vetro che dovrete sterilizzare.

  8. Metterli in un grande pentolone e coprirli con dell’acqua fredda. Portare a bollore e lasciate cuocere per mezz’ora. Poi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Infine, togliere i barattoli e farli sgocciolare.
  9. Versare la marmellata ancora bollente dentro i barattoli e chiuderli ermeticamente.
  10. Metterli dentro la pentola e farli bollire per altri 30 minuti.
  11. Infine, estrarli e lasciarli asciugare capovolti. Quando saranno freddi, controllare che siano ben sigillati: toccando il tappo dovete sentire il caratteristico “clic”.
  12. Per sicurezza io li conservo sempre in frigorifero.

Questa ricetta è stata letta da 641 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta: