contatore accessi free
Crea sito

Le posate: come si usano

Questa ricetta è stata letta da 181 persone

Posate - La cucina di nonna Rita

Ecco, ora, in breve un po’ di galateo su come ci si comporta a tavola.

Vediamo come si usano correttamente le varie posate.

Cucchiaio - La cucina di nonna RitaCominciamo dal cucchiaio che si tiene con la mano destra e si usa per mangiare le minestre liquide, i dolci alla crema, i i liquidi in genere; un’eccezione è costituita dal brodo in tazza, che si beve direttamente senza usare il cucchiaio.

Il cucchiaio va riempito con un movimento che va dai bordi verso il centro del piatto, e lo si avvicina alla bocca dalla parte della punta.

Forchetta - La cucina di nonna RitaLa forchetta, quando è usata da sola, va tenuta nella destra, se invece viene usata con il coltello, deve essere tenuta nella sinistra. La si tiene con l’indice appoggiato poco più sotto dell’inizio dei rebbi.

Con la sola forchetta si mangiano i risotti, le pastasciutte, le verdure, il pesce, le uova, i dolci e gli altri cibi morbidi.

Coltello - La cucina di nonna RitaIl coltello non si usa mai da solo, e non va mai portato alla bocca, perché ciò, oltre ad essere antiestetico, è chiaramente pericoloso. Per tagliare cibi morbidi come il pesce, la pasta, le frittate o le polpette, il coltello è superfluo, perciò lo sostituiremo con la forchetta.

Col coltello, che sta sempre nella mano destra, si tagliano le pietanze dure, come la carne: la forchetta serve per tenere ferma la pietanza da tagliare. Taglia sempre un pezzo alla volta, e non fare come le persone pigre che, per evitare un fastidio troppo prolungato, spezzettano la carne una volta per tutte e poi mettono a dormire il coltello.

La frutta si mangia usando coltello e forchetta: va tagliata prima in spicchi e poi sbucciata. I mandarini e le arance, invece, si possono sbucciare con le mani.

Le ciliegie si mangiano ad una ad una, lasciando cadere i noccioli nel cavo della mono e depositandoli poi nel piatto.

L’uva va tenuta con la mano sinistra un po’ sollevata ì, mentre la mano destra prende gli acini uno alla volta; le bucce si depositano poi nek piatto come si usa fare con i noccioli di ciliegia. le banane si sbucciano facilmente con coltello e forchetta.

Nelle pause tra un boccone e l’altro, disponi le posate sul piatto, leggermente incrociate: questo indicherà che sei in pausa. Alla fine di ogni portata, invece, le posate si mettono una vicina all’altra; se la posata è una sola va lasciata sul piatto parallelamente al bordo della tavola.

Questa ricetta è stata letta da 181 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*