contatore accessi free
Crea sito

I posti a tavola: un po’ di galateo

Questa ricetta è stata letta da 130 persone

Tavola apparecchiata - La cucina di nonna Rita

I posti a tavola si distribuiscono ai vari commensali seguendo contemporaneamente due criteri: le norme del galateo e i suggerimenti del buon senso.

Il galateo, ad esempio, dice che il commensale più importante siede alla destra della padrona di casa, ma è il nostro buon senso che ci suggerisce di non mettere la signora Bianchi, animalista convinta, accanto al signor Rossi, cacciatore accanito. Se non prendessimo una così elementare precauzione i due invitati, prima ancora della seconda portata, finirebbero probabilmente per accapigliarsi.

Ecco, comunque cosa prescrive il galateo.

Il padrone e la padrona di casa staranno uno di fronte all’altra, mentre le persone di maggior riguardo siederanno a destra del padrone di casa se si tratta di una signora, a destra della padrona di casa se si tratta di un signore. 

Anche per quanto riguarda il servizio a tavola, ci sono regole precise da osservare.

Per prima bisogna servire la signora più anziana o più di riguardo, poi toccherà alle altre signore incominciando da  quella seduta a sinistra del padrone di casa e terminando con la padrona. Infine saranno serviti tutti gli uomini, incominciando dal più anziano o importante e continuando poi con gli altri.

Per quanto riguarda invece un pranzo o una cena familiare, le norme sono molto più semplici.

Il primo ad essere servito sarà il papà, poi i ragazzi per ultima la mamma stessa. E’ bello quando a turno i componenti del nucleo familiare si alternano nel servire a tavola, perché in famiglia ognuno fa la sua parte con spirito si collaborazione.

Chi serve in tavola deve ricordarsi di cambiare sempre il piatto alla fine di ogni portata.

Nel servire gli ospiti o i familiari, si porgono le varie portate sempre dal lato sinistro. Il piatto usato sarà cambiato prendendolo dal lato sinistro, e quello pulito verrà offerto dal lato destro. Da quest’ultimo lato saranno pure date le posate pulite o il pane, che metteremo in tavola utilizzando le apposite molle.

Il vino e  l’acqua si versano dal lato destro, evitando di riempire troppo i bicchieri.

Prima del dolce o della frutta, aiutandosi con un carrello, o in mancanza di questo, con un grande vassoio, si inizia a sparecchiare della tavola: il pane è raccolto con le molle e riposto nel suo cestino, le briciole sono tolte con le apposite spazzole o con un raccogli briciole elettrico, e pure tolte saranno le oliere, le saliere e le pepiere (la formaggiera sarà stata tolta subito dopo la prima portata).

Alla fine del pranzo toglieremo i piatti, i tovaglioli, i bicchieri e la tovaglia.

Dobbiamo ancora parlare del caffè.

Il luogo più adatto per offrirlo è il salotto, tuttavia può essere servito anche a tavola. In tal caso la padrona di casa può mettere vicino a  il vassoio con le tazzine e versare nelle stesse il caffè. Chiederà a ogni invitato quanto zucchero desidera e porgerà poi le tazzine.

Un modo altrettanto corretto è quello di porgere dal lato destro a ogni commensale la tazzina vuota e versavi il caffè, sempre dallo stesso lato.

Questa ricetta è stata letta da 130 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*