contatore accessi free
Crea sito

Danubio salato

Questa ricetta è stata letta da 1894 persone

Danubio salato - La cucina di nonna Rita

Il Danubio è una simpatica torta salata che viene formata da una serie di palline che si farciscono, prima della cottura, con salumi e formaggi vari, ma anche con verdure, ragù, e tutto quello che vi ispira la fantasia.

È un piatto tipico della cucina campana, e, come per tutte le ricette, ogni paese ha la sua personale variante. Con il Danubio possiamo dare spazio alla fantasia e alla disponibilità di ingredienti della nostra dispensa.

Il Danubio è un secondo sfizioso oppure di una merenda sostanziosa, ottima anche per le gite fuori porta, o per buffet in piedi.

Oltre ad essere una preparazione soffice e gustosissima, sarà divertente gustare il Danubio salato: ogni commensale potrà staccare le palline con le mani!

In ogni pallina si avrà la sorpresa di gustare un ripieno diverso: io vi propongo provola e dadini di prosciutto cotto, besciamella e polpa di pomodoro a pezzetti, ma ognuno di voi potrà rendere unico il suo Danubio assecondando i propri gusti e farcendo ogni pallina con formaggi, salumi o verdure che più preferite.

Danubio salato
Portata: Pizze, focacce e lievitati
Difficoltà: Moderata
Porzioni: 2 Danubio
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 550 gr farina 0 tipo manitoba MOLINO CHIAVAZZA, oppure 275 gr manitoba e 275 gr 00
  • 80 gr olio di oliva extra vergine, oppure 100 gr di burro
  • 250 gr latte intero
  • 1 uovo, intero
  • 2 tuorli d'uovo
  • 1 cubetto lievito di birra, fresco oppure 12 gr
  • 1 cucchiaio zucchero semolato, per attivare la lievitazione
  • 8 gr sale

  • PER IL RIPIENO:
  • 300 gr prosciutto cotto, a dadini o altro salume a piacere
  • 300 gr provola dolce, o altro formaggio a piacere
  • 200 gr polpa di pomodoro a pezzetti
  • origano per un gusto pizza
Preparazione
  1. In una ciotolina mettiamo il lievito di birra sbriciolato con le mani che copriremo con un cucchiaio di zucchero semolato.

  2. Intiepidiamo il latte: mi raccomando di non scaldarlo troppo, deve essere tiepido.

  3. In una capiente ciotola versiamo la farina, il latte tiepido, le uova e l'olio evo (o il burro che avrete ammorbidito lasciandolo fuori dal frigo).
    Cominciamo ad impastare per un paio di minuti.

  4. Prendiamo la ciotolina con il lievito e mescoliamolo con un cucchiaio o di legno o di plastica: non toccate mai il lievito con il metallo) fino a quando non diventa liquido, ci vorranno pochissimi secondi.
    Versiamo il lievito nell'impasto e lavoriamo per almeno 10 minuti buoni, più lavoriamo la pasta, più morbido sarà il nostro Danubio.

  5. A questo punto aggiungiamo il sale e lavoriamo bene altri 10 minuti per ottenere una pasta liscia ed omogenea.
    Mettiamo l'impasto nella ciotola e copriamola con la pellicola.

  6. Lasciamo lievitare fino al raddoppio nel forno spento con una ciotola di acqua bollente: questo aiuta la lievitazione.
    La pasta dovrà triplicare il suo volume.

  7. Se avete messo 12 gr di lievito di birra e al posto di un cubetto intero, potrebbe volerci più tempo per la lievitazione.

  8. Passato il tempo di lievitazione, riprendiamo l'impasto, sgonfiamolo un poco e formiamo delle palline grandi quanto un mandarino, io mi sono regolata con il mio pugno.

  9. Stendiamo con il mattarello o con le mani, schiacciando la pallina per ottenere un piccolo cerchio di pasta stesa, non troppo sottile.
    Farciamo la pasta con il formaggio e il prosciutto a dadini un cucchiaino di polpa di pomodoro e chiudiamo bene la pallina.

  10. Posizioniamo le singole palline con la parte della chiusura sul fondo della teglia rivestita da carta forno.
    Le palline vanno messe staccate l'una dalle altre, perchè devono lievitare ancora.

  11. Lasciamo lievitare almeno due ore nel forno spento.

  12. Passato il tempo di lievitazione, spennelliamo le palline con un tuorlo d'uovo sbattuto con un goccio di latte.

  13. Mettiamo in forno preriscaldato a 200°C per 20-30 minuti circa, la cottura dipende dal forno utilizzato, controllate sempre la cottura con lo stecchino.



Questa ricetta è stata letta da 1894 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Vota la ricetta: