statistiche web
Crea sito

Crocchè di patate

Questa ricetta è stata letta da 737 persone

Panelle e crocchè - La cucina di nonna Rita

Le crocchè di patate, o come le chiamiamo in dialetto palermitano: cazzilli, insieme alle panelle sono una delle specialità gastronomica “da strada” della cucina palermitana e rappresentano il caratteristico spuntino del palermitano. 

Nelle friggitorie e sui banchi dei “panellari” ambulanti vengono serviti in mezzo a un panino e qualche volta, a richiesta, con una spruzzata di limone.

Sono semplicissime da fare e costituiscono un pasto completo che soddisfa tutti i palati.

Crocchè di patate
Portata: Piatti unici
Difficoltà: Moderata
Porzioni: 30 crocchè
Tempo prepar: 
Tempo cottura: 
Tempo totale: 
Ingredienti
  • 1 Kg patate, vecchie: sono più saporite e rendono l’impasto più consistente
  • 2 uova, useremo solo albume
  • 1 ciuffo prezzemolo, tritato
  • sale, q.b
  • olio di semi, per friggere
Preparazione
  1. Lessare le patate, quando sono cotte, scolatele e mettetele a raffreddare per una buona mezza giornata in frigorifero.

  2. La buona riuscita delle crocchè, dipende dalla lavorazione a freddo delle stesse ecco perchè è necessario farle raffreddare bene.

  3. Quando sono fredde, pelare le patate e passarle allo schiacciapatate.

  4. Unite alla purea di patate il prezzemolo tritato, amalgamare bene e aggiustare di sale.

  5. Prelevare piccole porzioni di questo impasto e modellare con le mani le crocchè: formare dei bastoncini di circa 5 cm. di lunghezza e spessi quanto un dito all'incirca.

  6. Separare gli albumi di due uova dai rossi che useremo per qualche altra ricetta. Batterli bene con la forchetta, immergere una ad una le crocchè prima di friggerle

  7. Friggere le crocchè in abbondante olio caldo, devono essere dorate, e servirle calde.

I consigli di nonna Rita
Il consiglio di nonna Rita

Le patate da utilizzare per la preparazione delle crocchè devono essere farinose: dato che nel composto non vanno le uova, si dovrà ottenere un purè di patate abbastanza denso che ci permetta di poter creare delle crocchette di forma ovale da friggere in olio bollente.

Si dice che la vera crocchè non vada infarinata ma solo passata nell’albume e per facilitare l’operazione di formatura delle crocchette è importante ungersi le mani con dell’olio oppure renderle umide con dell’acqua da tenere in una ciotola vicino al piano di lavoro.

 

Questa ricetta è stata letta da 737 persone

Nonna Rita

Una nonna che vuole condividere le ricette della sua cucina, ricette sperimentate, pescate in rete. Ma anche ricette tipiche della mia regione e città. Piatti dal sapore familiare da gustare ed assaporare con chi si vuole bene. Nonna Rita

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta: